Eliminare i carboidrati dalla dieta?...Non fare questo errore!!!

Siamo passati dalla moda “low fat”, dove i grassi venivano demonizzati , alla tendenza attuale del “low carbs”, in cui i carboidrati sono il male assoluto.

Veniamo da un passato di disinformazioni e siamo ancora legati a miti e leggende ormai superate da evidenze scientifiche.

Sicuramente un eccesso di carboidrati nella dieta può causare un aumento di peso, obesità, dipendenza dal cibo e patologie ad essi collegate; ma ora si stà esagerando!!!

In nome di corpo estetico eatletico da esibire, purtroppo, in questo periodo storico vanno tanto di moda le diete low carbs, in cui vi è una marcata diminuzione o eliminazione dei carboidrati dal piano nutrizionale in risposta ad un aumento del consumo di grassi e proteine.

Questi protocolli alimentari, che ovviamente non possono essere considerati equilibrati, fanno perdere peso in modo veloce nel breve periodo ma il loro problema è che non sono sostenibili nel tempo.

Infatti dopo una naturale diminuzione di peso, dovuta soprattutto alla perdita di acqua, esso entrarà in una situazione di stallo e non scenderà più; presi dallo sconforto la reazione comune è riprendere a mangiare anche più di prima e riacquistare non solo il peso perso ma anche di più.

E' stato appurato che il 90% delle persone che intraprende queste alimentazione drastiche dopo un iniziale perdita di peso con il passare del tempo riacquista i kg persi.

Perchè succede questo??

Tra le varie cause, una sicuramente è il ruolo della leptina.

La leptina è un ormone prodotto soprattutto dal grasso corporeo ed è responsabile del senso di sazietà, controlla l'appetito, mantiene alto il metabolismo, regola il sistema immunitario, l'attività tiroidea, il sistema produttivo,ecc ecc.; quindi è ovvio che un livello ottimale di questo ormone è essenziale per il buon funzionamento del nostro organismo.

Purtroppo una restrizione calorica eccessiva a carico dei carboidrati per un periodo più o meno lungo, innesca una diminuzione della leptina che scatena una diminuzione di altri ormoni: questo processo porta il metabolismo a rallentare, aumentano gli attacchi di fame e diminuisce il senso di sazietà.

Tutto ciò si traduce in un blocco della perdita il peso ed anzi siamo portati ad ingrassare anche assumendo le stesse calorie.

Voglio svelarvi un segreto: “I carboidrati vanno assunti anche quando si vuole perdere peso”.

Paracelso diceva :” E' la dose che fa il veleno.”

I carboidrati assunti nelle giuste quantità e qualità sono fondamentali per mantenere un buono stato di salute e di forma fisica.

Ecco alcuni funzioni di questi famigerati carboidrati:

- apportano energia di pronto utilizzo per tutti i processi organici
- favoriscono un risparmio proteico in quanto una riduzione eccessiva di carboidrati fa innescare un processo in cui si ricava energia da grassi e proteine con distruzione della massa muscolare e la formazione di corpi chetonici che risultano tossici per il nostro organismo.
- favoriscono il metabolismo dei grassi; i grassi bruciano sulla fiamma dei carboidrati
- danno energia per le attività quotidiane e per ottimizzare la performance sportiva
- sono il principale combustibile per il lavoro muscolare

Una diminuzione drastica di questo macronutriente porta ad un logoramento fisico e mentale: se non ci sono i carboidrati il cervello si annebbia, siamo stanchi, nervosi, deboli, possono sorgere insonnia, vertigini, tremolii, nausea, stitichezza, alito cattivo.

Qualsiasi piano nutrizionale che prevede una drastica o addirittura eliminazione di un macronutriente, è sempre una scelta dannosa per il nostro organismo che sottopone lo stesso ad uno forte stress; a lungo termine una dieta sbilanciata pone a rischio la nostra salute.

Ma ora veniamo al sodo: quali carboidrati posso consumare anche in un periodo in cui voglio perdere peso??

La scelta deve ricadere sui carboidrati complessi a basso indice glicemico come pane, pasta e riso integrali, legumi, cereali integrali come l'orzo, segale, avena, farro, grano saraceno, amaranto, quinoa.

Questi alimenti garantiscono la giusta qualità di carboidrati onde ricavare energia per i processi biologici del nostro organismo e per le attività quotidiane, anche in periodi dedicati al dimagrimento.

Ma non si limitano a questo; l'assunzione abituale di questi alimenti risulta una mossa vincente per la prevenzione di malattie cardiovascolari, metaboliche, patologie intestinali e tumori.

Per quanto riguarda le quantità ovviamente ogni regime alimentare deve essere personalizzato in base ai propri obiettivi ed esigenze legate allo stile di vita, al tipo di attività sportiva, al tipo di lavoro svolto, alle proprie caratteristiche fisiche e genetiche e certamente ai propri gusti personali.

“Mangiare è una necessità, mangiare intelligentemente è un'arte.” (La Rochefoucoult)