Sport e movimento: il vero farmaco della longevità

La nostra esistenza è scandita dal movimento fin dai primi momenti.

Già durante la gravidanza ogni bambino scalcia, fa capriole, cambia di posizione; ovvero si sta allenando a tutti gli effetti.

Una volta nato incomincia ad assaggiare con la bocca ogni cosa, gattona, alza le braccia, gioca, inizia a camminare, ad esplorare: insomma continua il suo allenamento.

L’essere umano è fatto per muoversi e la prima regola per vivere bene è  quella di continuare l’allenamento soprattutto con il passare degli anni.

Purtroppo oggi giorno è prassi comune un atteggiamento sedentario, e questa è anche una delle principali cause di patologie del nostro secolo sia a livello cardiovascolare, sia a livello dell’apparato locomotore.

Fondamentale, quindi, lavorare in prevenzione, impegnandosi in una condotta di vita più salutare, intraprendere una costante ed equilibrata  attività fisica ed una alimentazione sana e nutriente

E’ evidente che se il problema è di ordine patologico ci dovremo rivolgere a specialisti e medici del settore, ma qui voglio considerare l’attività fisica come un farmaco e/o come supporto terapeutico x la prevenzione di alcune malattie.

Ciò che avviene nella nostra mente riflette quello che avviene nel nostro corpo e viceversa.

Le problematiche psicologiche e gli stress possono causare tensioni muscolari e quindi andare ad influire la vita quotidiana.

Il corpo umano non scorda nulla di ciò che avviene nella vita del soggetto.

L’attività fisica, diminuisce le tensioni nervose e tossine prodotte durante la giornata, favorendo la produzioni di ormoni che agiscono come sedativi.

Il movimento produce degli adattamenti sia fisici che di ordine psicologico: aumento flessibilità e elasticità dei muscoli, tendini, legamenti, articolazioni; migliore lubrificazione articolare, miglioramento della circolazione e della respirazione, miglior trofismo muscolarediminuzione % di grasso corporeo, sviluppo della consapevolezza in sé, riduzione dello stress fisico e psicologico, effetti rilassanti e calmanti, miglioramento adattamento sociale, più sicurezza nei rapporti esterni, minore fatica nel compiere gesti quotidiani.

L’attività fisica perciò aiuta a migliorare la qualità della vita, previene le malattie cardiovascolari, aiuta l’ipertensione, aiuta a dimagrire, previene e controlla il diabete, il colesterolo, la depressione, l’ansia e lo stress.

Non servono grossi sacrifici, allenamenti stressanti, rinunce difficili da digerire,
l’importante è programmare una attività fisica costante in base alle proprie esigenze ed il proprio grado di allenamento; lo scopo è di far ripartire, mantenere e migliorare le funzionalità dell'organismo per vivere meglio e più a lungo.

Accanto a questo è necessario abbinare una sana e nutriente alimentazione che non deve prevedere chissà quali dettami: basta il buon senso!!!!

"Iniziate ad allenarvi senza stressarvi troppo, non si deve vincere la maratona….iniziate a mangiare bene ma senza eccessive rinunce, non si deve andare a fare miss o mister universo!!!!"

Un’attività fisica costante e regolare insieme ad una sana e corretta alimentazione dovrebbe rappresentare un dogma per chi vuole essere in forma ed in salute.

Questo sarà un passo fondamentale per il  proprio benessere  ed  un ritrovato equilibrio.

Muoversi migliora la qualità della vita, l’autostima, l’umore, i rapporti con gli altri, la salute.

Movimento vuol dire vita sana, vita sana vuol dire vita di qualità, vita di qualità vuol dire vita più lunga!!!!