Stretching: perché è cosi importante?


La parola stretching (dall’inglese to stretch: allungamento) indica quelle forme di esercizio fisico che determinano un allungamento muscolare, una migliore escursione articolare, una maggiore elasticità muscolare.

E’ un’attività che prevede, attraverso movimenti lenti e controllati, il raggiungimento di posizioni di allungamento  avendo come obiettivo di  ristabilire, mantenere o aumentare l’elasticità di tutti i distretti corporei e di conseguenza aumentare la loro flessibilità e funzionalità, contribuendo al ripristino di un equilibrio globale.

Non è importante l’età, il sesso, la quantità di massa muscolare, il tipo di sport praticato, ma è importante allenare la flessibilità.

La forza è proporzionale all'elasticità; un muscolo duro, rigido, impettito, diventa debole per essere troppo forte, favorendo disturbi, malesseri, sofferenza fisica ed infortuni.

Una buona elasticità e flessibilità muscolare insieme ad una migliore mobilità articolare favorisce uno sviluppo più armonioso della muscolatura e vantaggi a livello di prestativo.

Durante la nostra vita il nostro organismo somatizza stress, tensioni, preoccupazioni che possono sfociare in irrigidimenti, accorciamenti e contratture, procurando fastidi e dolori; se poi anche nella pratica sportiva sollecitiamo il corpo con  allenamenti intensi, è normale sentirsi un po’ contratti.

E’ necessario dunque, introdurre tecniche di allungamento che coinvolgano intere catene muscolari,  avendo come obiettivo il ripristino di un equilibrio tra i vari distretti corporei.

Non parlo di quei semplici esercizi di allungamento eseguiti prima e alla fine della seduta di allenamento, che pur hanno una loro ragione d’essere, ma sessioni di allenamento incentrate nel miglioramento della flessibilità  avendo però una visione globale del corpo umano.

Questo tipo di esercitazione non solo è diventata parte integrante dell’allenamento di tutte le discipline sportive, ma è ormai considerata una vera e propria attività fisica che favorisce il benessere psico-fisico, la mobilità delle articolazioni, la flessibilità ed elasticità muscolare, la postura,  la circolazione, una migliore capacità di rilassarsi, una riduzione dello stress.

Ottime scelte sono lo ginnastica posturale come il metodo Mézières, la rieducazione posturale globale di Souchard, ma anche lo yoga, il power stretching, il pilates e tutte quelle discipline sportive dove la flessibilità e l’elemento centrale dell’allenamento.

A voi la scelta!!!