Le calorie non sono tutte uguali

L’uomo è una macchina meravigliosa e il cibo è alla base del suo buon funzionamento.

Una sana alimentazione è la premessa per una perfetta condizione fisica, una buona salute, una eccellente performance sportiva.

L’organismo assimila i principi nutritivi che vengono usati dal nostro corpo per ricavarne materiale energetico, fornire elementi utili per la crescita e riparazione delle varie strutture, compiere movimento e tutte le attività fisiologiche essenziali alla vita.

L’alimentazione nello sportivo deve essere impostata in modo da mantenere il più possibile costanti i livelli di energia, onde evitare cali di prestazione.

Si deve valutare l’apporto calorico, la qualità degli alimenti ingeriti, l’orario di assunzione, la ripartizione tra i nutrienti.

Oggi mi voglio concentrare sulla qualità degli alimenti che risulta un elemento imprescindibile per qualsiasi programmazione.

Va benissimo parlare di fabbisogni calorici specifici per ognuno di noi in base agli obiettivi e alle proprie caratteristiche, ma ancor più importante è parlare di educazione alimentare.

La scienza dell'alimentazione si rinnova di continuo e ancora oggi sono tante le cose che non sappiamo sul comportamento degli alimenti una volta ingeriti e sulle reazioni che ne possono derivare.

Non ha senso parlare di fabbisogno calorico se prima non si valuta la qualità degli alimenti, i sistemi di cottura, le combinazioni alimentari ecc ecc.

Per accertarsi della bontà delle calorie è necessario stabilire la provenienza delle stesse, il tipo di alimento che scegliamo di mangiare: “le calorie non sono tutte uguali.”

E' quindi doveroso fare delle sceltealimentari!!!

Alimenti del tipo merendine, snack salati, piatti pronti, pesce e pollo impanati, hamburger, zuppe e sughi pronti, hot dog, patate fritte, pizze, sandwich, insaccati,caramelle, bevande zuccherate, bibite gassate e simili sono caratterizzati dalla presenza di un’elevata quantità di sodio, conservanti, coloranti ,additivi, addensanti, esaltatori di sapidità, emulsionanti, e chi più ne ha più ne metta.

Queste sostanze sono presenti in tutti gli alimenti e svolgono la funzione di preservare la freschezza del prodotto e migliorare le sue caratteristiche: il problema è che queste sostanze una volta ingerite scatenano una serie di reazioni che impediscono all'organismo di funzionare correttamente.

Infiammazione cellulare, ritenzione idrica, vasodilatazione, emicrania, stanchezza, allergie, patologie intestinali, squilibri ormonali, anemie, diabete, aumento di peso, malattie metaboliche sono alcuni sintomi tipici derivanti da un'alimentazione ricca degli alimenti sopra menzionati.

Effettuare scelte di qualità ed eseguire una corretta e mirata manipolazione alimentare sono la premessa per una perfetta condizione fisica , in grado di influenzare positivamente la prestazione ed il benessere dell’atleta.

Ecco quindi sarà molto più opportuno orientarsi verso alimenti freschi, frutta e verdura di stagione, carne e pesce fresco, legumi, cereali integrali come il riso, farro, orzo, segale, avena, grano saraceno,miglio, frutta secca, olio evo, olio di semi di lino.

“Noi siamo quello che mangiamo.”

I cambiamenti e le scelte che porterai nella tua alimentazione contribuiranno in maniera sostanziale al successo e al raggiungimento dei tuoi obiettivi, sia di carattere estetico che sportivo, ma soprattutto favoriranno il mantenimento e/o miglioramento di un buono stato di salute.