Linee guida per un riscaldamento da campioni

Nella mia esperienza in sala attrezzi ho constatato che molti frequentatori neofiti e non, commettono un grande errore di valutazione: iniziare ad allenarsi senza un adeguato riscaldamento.

Il riscaldamento (in inglese warm-up) è una pratica fondamentale eseguita prima di un allenamento o di una competizione sportiva.

Durante il riscaldamento vi è un aumento di vari valori fisiologici quali: temperatura corporea, frequenza cardiaca, ritmo respiratorio, vasodilatazione, glucosio ematico, lubrificazione sinoviale, elasticità muscolare, trasporto di ossigeno, nutrienti e sangue ai muscoli.

Ciò predispone l’organismo a raggiungere uno status di efficienza fisica e psicologica con miglioramento della concentrazione, coordinazione e tempi di reazione, un aumento della forza e potenza muscolare, riducendo il rischio d’infortuni muscolari, articolari e tendinei.

Ma andiamo a vedere come in effetti si esegue un riscaldamento degno di questo nome.

Innanzitutto il riscaldamento  si divide in 2 fasi: il riscaldamento generale e quello specifico.

Il riscaldamento generale è composto da attività cardiovascolari a bassa intensità, esercizi di mobilizzazione e di stretching generico.

Tale fase è fondamentale per attivare quei processi fisiologici che consentano al corpo di porsi in una condizione ottimale per la pratica sportiva come l’aumento della temperature corporea, un afflusso maggiore di sangue, riscaldare muscoli e tendini.

In questa momenti gli atleti possono incominciare a visualizzare mentalmente gli esercizi da effettuare, i muscoli da allenare, trovare le giuste motivazioni per superare i propri limiti, concentrandosi su quello che si deve fare senza altre pensieri o distrazioni: ciò fa la differenza tra un campione e una persona normale anche nello sport creativo.

Il riscaldamento specifico consiste nell’eseguire dapprima delle extrarotazioni ed intrarotazioni scapolari con manubri ed elastici, per poi passare a qualche ripetizione negli esercizi presenti nella scheda di allenamento, arrivando progressivamente vicino al carico con cui iniziare il workout.

Fondamentale come sempre è non esagerare in quanto deve essere fatto sempre con attenzione e gradualità in modo da evitare un eccessivo consumo energetico prima della prestazione e non arrivare già stanchi ancora prima d’iniziare: in fondo ci stiamo solo “scaldando”!!!!

L’importanza del riscaldamento è ormai accertata e acclarata da numerose ricerche, purtroppo ancora oggi è spesso trascurato, tralasciato o fatto di fretta.

A buon intenditor….