Time Under Tension

Nell’allenamento in sala attrezzi per incentivare incrementi di forza ed ipertrofia  si è soliti modificare carico, serie, ripetizioni, tempo di recupero.

Erroneamente si tralascia una variabile a dir poco fondamentale: il tempo di tensione muscolare o Time Under Tension.

Esso rappresenta il tempo in cui il muscolo si trova sotto sforzo durante l’esecuzione della serie di allenamento.

E’ la somma di tutte le fasi della contrazione muscolare: concentrica, eccentrica, isometrica.

Per ottenere nuovi adattamenti è fondamentale non intestardirsi al mero incremento del carico ma “giocare” con il Time Under Tension e la velocità del gesto.

Con il T.U.T. è possibile stabilire il principale sistema energetico utilizzato, il tempo di recupero necessario, la relativa risposta ormonale ed i vari processi fisiologici insiti al muscolo in risposta ad uno specifico stimolo allenante.

All’atto pratico si interviene variando il numero di ripetizione eseguite, differenziando la velocità di esecuzione delle stesse , utilizzando tecniche d’intensità specifiche.

Un’ipotesi potrebbe prevedere l’applicazione di un determinato carico con una maggiore velocità di esecuzione; successivamente si rallenta la velocità mantenendo ripetizioni e carico precedenti. Ottenuto il target previsto si può aumentare il carico e ripetere il tutto.

Basilare è un cambiamento di visione in sala attrezzi: “non spostiamo pesi ma alleniamo muscoli”.

Variare i  soliti allenamenti standard e miscelare le varie tecniche allenanti, per costringere l’organismo a rispondere ad un nuovo stimolo.