Una buona alimentazione

Nell’immaginario collettivo la “dieta” è associata al termine privazione, sofferenza, ma questo è un concetto mal interpretato in quanto per “dieta” si deve intendere una giusta ed equilibrata alimentazione, con una giusta ed equilibrata scelta di alimenti, in cui devono essere presenti tutti i singoli nutrienti.

 Come scegliere gli alimenti giusti? Come abbinarli nei vari pasti giornalieri? Ecco alcuni consigli pratici:

Per colazione si può optare per un pasto a base di frutta ; oppure latte con cereali integrali; pane casereccio tostato con miele e marmellata e thè verde ; yogurt con frutta;

Per il pranzo pasta o riso,anche integrali, conditi con erbe aromatiche più  verdura di contorno e frutta secca; oppure  verdure con un secondo proteico più un  contorno vegetale, se c'e' ancora fame; anche un piatto di pasta/riso , secondo proteico più contorno , a patto che il primo sia limitato.

Per la cena un minestrone di verdure  con un secondo  proteico, verdure e frutta secca.

Fondamentale sono l’inserimento di spuntini a metà mattina e nel pomeriggio, in quanto prevedendo solo colazione, pranzo e cena, passerebbe troppo tempo tra un  pasto e l’altro con un abbassamento della glicemia e con il rischio di arrivare  con una fame da “lupi”; ok a frutta, yogurt, formaggi  e affettati magri, frutta secca.

Altro  aspetto  importante è la concessione di piccoli “sgarri”  che non devono diventare abitudine , ma devono essere una gratificazione ed un aiuto per ripartire con la giusta motivazione.

Ovvio che le indicazioni contenute in questo articolo sono da considerare esclusivamente come suggerimenti; esse sono il frutto di esperienze personali.

Per iniziare un protocollo alimentare appropriato, è necessario il parere del proprio medico o nutrizionista.

Non mi resta che augurare una buona alimentazione a tutti!!!!!!!!!!!!!!!!