Impara a correre

Correre fa bene alla salute, migliora la qualità della vita, ci fa sentire meglio.

Ricerche dimostrano come una pratica costante della corsa faccia diminuire l’uso di farmaci contro il colesterolo e l’ipertensione, favorendo l’allungamento della vita.

L’approccio corretto alla corsa deve avvenire in modo graduale e dipende dalle condizioni iniziali della persona.

Dopo una fase di ricondizionamento progressivo si potrà iniziare a correre; in caso  di un forte sovrappeso, ernie del disco e patologie del rachide o cardiorespiratorie l’attività sarà limitata o addirittura evitata.

Per iniziare è opportuno imparare a correre nel modo giusto e dedicare una parte dell’allenamento al miglioramento del gesto motorio, sia per ottimizzare la performance sia per evitare dolori ed infortuni.

Durante la corsa il tronco deve rimanere eretto con un leggero sbilanciamento in avanti.
La testa è rilassata, non deve andare in avanti o indietro e lo sguardo rivolto in avanti.
La lunghezza del passo deve essere naturale, rispettando le proprie leve corporee.
Le braccia semiflesse si muovono in coordinazione con le gambe.
Le spalle devono essere rilassate.
Il contatto con il suolo, nella maggior parte dei casi, avviene con la parte esterna del tallone, indirizzando successivamente il piede in avanti.

E’ fondamentale allenare la flessibilità e mobilità articolare, in quanto correre con muscoli e articolazioni contratti e  pesanti da spostare, aumenta il consumo energetico e la fatica.

Ultimo consiglio è di usare massima attenzione all’inizio di una sessione di training: non tutti i giorni sono uguali, se non ci sentiamo in forma è meglio rimandare oppure gestire la situazione e non pretendere troppo da se stessi.

 “Da quando ho imparato a camminare mi piace correre.”(Nietzsche)