Come raggiungere il rilassamento muscolare

Per rilassamento s’intende quel particolare stato di benessere psicofisico caratterizzato da una forma di distensione muscolare unita a sensazioni psichiche come calma, pacatezza, quiete, tranquillità.

In condizione di rilassamento nel nostro corpo avvengono numerose modificazioni: diminuzione della frequenza respiratoria, diminuzione della frequenza cardiaca, una riduzione del consumo di ossigeno, una riduzione della tensione muscolare, una vasodilatazione periferica, una miglior circolazione linfatica.

Ciò favorisce a livello mentale  un senso di pace, serenità, armonia che promuove un adattamento in grado di migliorare la qualità della vita.

Ciò che avviene nella nostra mente riflette quello che avviene nel nostro corpo e viceversa.

Malauguratamente le problematiche psicologiche e gli stress della vita quotidiana possono causare modificazione fisiologiche nel nostro organismo:  variazioni nella produzione di diversi ormoni come adrenalina, noradrenalina, cortisolo, ormone della crescita, testosterone, tiroidei, un aumento della glicemia, colesterolo, trigliceridi e  quindi andare ad influire la vita quotidiana.

Per vivere bene è quindi consigliabile ristabilire un benessere psicofisico tramite tecniche di rilassamento, esercizi di respirazione, contrazione e distensione, con un  miglioramento nella percezione del  corpo e delle sue funzioni.

Lo scopo è promuovere un adattamento in grado di migliorare la qualità dell’esistenza , affinché si possa affrontare la vita quotidiana con più  calma , energia e vitalità.

Una tecnica utile è il rilassamento muscolare progressivo di Jacobson (medico e psicofisiologo statunitense)  che si basa sull’avvicendamento tra stato di contrazione e rilassamento  di tutti i gruppi muscolari oppure di una parte del corpo.

Ci si posizione in decubito supino con le braccia lungo i fianchi, gambe rilassate lasciando i piedi che naturalmente cadono verso l’esterno.

Ecco gli esercizi da eseguire:

GAMBE
Portare le dita dei piedi verso il corpo, mantenere, lasciare e rilassare .
Flettere le dita dei piedi cercando di toccare la pianta del piede sul pavimento. Tenere in tensione e rilasciare.
Contrarre i muscoli della gamba con il piede a martello. Tenere e rilassare
Procedere prima con una gamba poi con l'altra.

GLUTEI
Contrarre glutei e , tenere e poi rilassare.

ADDOME
Contrarre i muscoli addominali, ombelico verso la colonna, mantenere e lasciare.

BRACCIA
Stringere forte il pugno, piegando l'avambraccio sul braccio.
Stendere di nuovo il braccio sul suolo e rilassare.

DORSO
Spingere con le braccia contro i fianchi  portando le spalle in basso e in avanti. Tenere e rilasciare.

SPALLE
Portare  le spalle in basso e indietro,tenere e rilassare

TORACE
Respirare profondamente gonfiando il torace e poi rilassare

NUCA
Tirare in alto le spalle , lasciare e rilassare

VOLTO
Contrarre la fronte, chiudere energicamente gli occhi e stringere le labbra.
Tenere e rilassare.

In ogni fase di contrazione la tensione deve essere mantenuta per 2 secondi se i muscoli non sono allenati, oppure da 2 a 6 secondi.
La fase di rilasciamento e di rilassamento dopo la contrazione è di 15 secondi.

Al termine degli esercizi si rimane per qualche minuto a cogliere il profondo stato di rilassamento acquisito; successivamente la seduta termina con una respirazione lenta e controllata.

Non resta che provare!!!!! Buon rilassamento...