Imparare a respirare e vivere con più calma ed energia

Nel trambusto della  giornata dobbiamo conciliare lavoro, famiglia, vita di relazione.

Viviamo  freneticamente, spesso  a ritmi assurdi, che possono portare ad un logorio fisico e mentale.

A livello psicologico affiorano un senso di frustrazione, impotenza, tensione, apprensione, difficoltà a concentrarsi, insonnia, angoscia, preoccupazione.

A fronte di ciò il nostro ritmo respiratorio diventa più rapido ma  più superficiale, riducendo cosi la quantità di ossigeno immessa nel nostro organismo.

Ciò porta inevitabilmente a dei disagi in quanto vi è una correlazione stretta tra salute e livelli di ossigeno nel sangue.

La qualità della nostra vita dipende anche dalla qualità dei nostri pensieri e parallelamente dalla qualità della nostra respirazione.

Il nostro corpo utilizza l’ossigeno per ricavare energia dai nutrienti assimilati con il cibo; inoltre favorisce numerosi funzioni vitali ed elimina le sostanze di scarto e tossine prodotte dal nostro organismo.

E’ fondamentale quindi recuperare la capacità di respirare profondamente ed armoniosamente con una maggiore consapevolezza.

Una tecnica utile è il Rebirthing: ovvero eseguire una profonda inspirazione seguita da una espirazione lenta e non forzata, senza pause tra loro, detta appunto respirazione circolare.

Ci si posizione in decubito supino (ma anche seduti o in piedi se più esperti) con le braccia lungo i fianchi, gambe rilassate lasciando i piedi che naturalmente cadono verso l’esterno.

L’ambiente deve essere tranquillo, riscaldato, in penombra, e tenere a disposizione una coperta in quanto durante l’esercitazione la temperatura del corpo diminuisce.

Indossare indumenti comodi, togliere orologi, cinte, occhiali, collane, braccialetti, scarpe e qualsiasi cosa che favorisca una costrizione al corpo.

Si può posizionare una mano sull’addome ed una sul petto per prendere consapevolezza del respiro

Una volta chiusi gli occhi si inizia ad eseguire una respirazione lenta, controllata, profonda, osservando e concentrandoci sull’addome che si gonfia, sulle costole che si alzano e si gonfiano lateralmente e sullo sterno che si alza per poi proseguire con il percorso a ritroso.

Questo ciclo va ripetuto numerose volte e inizialmente consiglierei di non attenersi a indicazioni rispetto al numero di secondi per le varie fasi di inspirazione, espirazioni ecc: fate le cose nel modo più naturale possibile ma nel modo più calmo e profondo possibile.

Questa metodica  favorisce una migliore ossigenazione di tutte le cellule del corpo, ottimizza il sistema linfatico, diminuisce le tensioni e favorisce un rilassamento fisico e mentale riducendo notevolmente stress, ansia, preoccupazioni ecc.

Lo scopo è promuovere un adattamento in grado di migliorare la qualità dell’esistenza , affinché si possa affrontare la vita quotidiana con più  calma , ma con energia e vitalità.