FALSI MITI IN PALESTRA 2° parte

Nel mondo delle palestre sono radicate alcune false credenze, nate da un passato di approssimazione e disinformazione, anche da parte degli addetti ai lavori.

Purtroppo ancora oggi questi luoghi comuni accompagnano i frequentatori dei fitness club.
Vediamone alcuni:

IL DOLORE DEL GIORNO DOPO E’ DOVUTO ALL’ACIDO LATTICO
Dopo una dura sessione di allenamento può capitare di avvertire un indolenzimento muscolare che può comparire dalle 24-48 ore dopo l’esercizio.
Ancora oggi si crede che la causa principale sia la formazione di acido lattico; in realtà i livelli di lattato tornano a livelli normali dopo circa 2 ore dalla fine dell’esercizio.
Il dolore tardivo è dovuto al danno provocato alle strutture della fibra muscolare attraverso microlesioni a livello cellulare.
Nel muscolo si scatena una risposta infiammatoria con la formazione di sostanze che determinano la sensazione di dolore.

ESERCIZI X I GLUTEI
Prerogative dell’utenza femminile in sala attrezzi è l’allenamento dei glutei.
Di frequente si osserva un approccio non redditizio con l’utilizzo di esercizi monoarticolari quali slanci dietro, adduzioni o abduzioni a corpo libero o con l’uso di macchinari.
Questi esercizi possono essere eseguiti ma devono essere di contorno rispetto al vero programma di allenamento.
Il gluteo è uno dei muscoli più forti del corpo umano e la sua azione è la flesso estensione ed extrarotazione dell’anca; è abituato a sostenere l’80% del peso corporeo.
Ovvio che per allenarlo è necessario utilizzare carichi più elevati rispetto alla sua normale azione quotidiana.
Gli esercizi più idonei per sollecitarlo sono quelli multiarticolari, dove vi è un coinvolgimento di più gruppi muscolari , quali squat, affondi, step up, stacchi da terra e loro variazioni.

ELIMINARE I GRASSI NELLA DIETA
Per dimagrire è necessario eliminare i grassi!!!
Spesso in passato, ma ancora oggi è una credenza dura da eliminare, i grassi sono stati demonizzati e veniva consigliato la loro eliminazione nella dieta.
Oggi sono stati rivalutati in quanto assolvono numerose funzioni:
contribuiscono alla formazione, funzionamento e protezione della membrana cellulare
proteggono e dividono gli organi interni
costituiscono una riserva energetica
fungono da isolante termino
intervengono nel trasporto ed assorbimento di vitamine A D E K Q
sono precursori di numerosi ormoni
compongono le guaine mielinica del sistema nervoso.
E’ necessario però una scelta avveduta su quali utilizzare.
I grassi si dividono in saturi ed insaturi (monoinsaturi e polinsaturi); E’ doveroso propendere verso quelli insaturi quali olio d’oliva, pesce, frutta secca, rispetto a quelli saturi di origine animale quali carne, salumi, formaggi, uova, burro.
I grassi insaturi sono più digeribili e favoriscono la formazione di colesterolo buono (HDL) rispetto a quello cattivo (LDL), il quale tende a depositarsi nelle arterie favorendo nel tempo l’insorgenza di malattie cardiovascolari.