STILE DI VITA COME FATTORE DI RISCHIO


Per stile di vita si può intendere quel modo d’ interpretare se stessi, all’interno della società in cui viviamo.

Si tratta di un concetto profondamente individuale ed è il risultato di esperienze, fattori ambientali, educazione ricevuta, tessuti sociali frequentati, predisposizione mentale

La maggior parte delle persone è convinta di seguire lo stile di vita migliore, ma non sempre è cosi’.

A dare seguito a questa tesi è una stima dell’Organizzazione Mondiale della Sanità in cui il 50% delle patologie maschili ed il 25% di quelle femminili, in Europa, sono legate a stili di vita non salubri.

Abitudini non salutari sono considerate un consumo eccessivo di alcolici , tabacco, ridotta o completa assenza di attività motoria, eccesso di peso, uso smodato di medicinali, elevato stress psico-fisico.

Questi comportamenti sono considerati fattori di rischio per numerose patologie : ipertensione, ipercolesterolemia, malattie cardiache, tumori, diabete, osteoporosi.

E’ quindi di assoluta importanza, la promozione di uno stile di vita più sano attraverso informazione, educazione, istruzione, per contrastare i comportamenti a rischio:

-fumare
-bere alcolici
-assumere droghe
-eccesso di medicinali
-eccesso di peso
-vita sedentaria
-alimentazione non corretta
-nessun controllo medico
-stress, depressione

Ovvio che anche adoperandosi in tal senso, non esiste la certezza assoluta di vivere in salute; d'altronde la ricetta magica per la vita eterna, nonostante i tentativi dell’uomo, non è stata ancora inventata, ma come minimo, si possono ridurre i fattori di rischio.

Ricordati che la vita è una sola!!!

Chi vuole conservare la salute per la vecchiaia, non la sciupi in gioventù!!!