Un bel massaggio per recuperare

Per uno sportivo amatoriale e ancor di più per un atleta agonista, la capacità di recupero da un allenamento intenso o da una gara è a dir poco fondamentale.
Dopo una attività fisica energica e vigorosa i muscoli possono essere tesi, contratti, aver subito piccoli traumi che possono portare a dolori ed infortuni se non adeguatamente trattati.
Tra i fattori che influenzano il recupero vi sono la condizione psico-fisica, l’età, il sesso, l’esperienza di allenamento, l’alimentazione, l’idratazione, l’integrazione, la qualità del riposo notturno, stile di vita, ecc ecc.
Per i più scrupolosi un ingrediente indispensabile nel post prestazione è rappresentato dal massaggio.
Il massaggio è il trattamento dei muscoli e delle articolazioni attraverso manovre manuali per favorire un generale rilassamento psicofisico.
Numerose sono le tipologie di massaggio sia di tipo distensivo che stimolante a seconda della velocità ed intensità di pressione sulla cute.: muscolare, sportivo, rilassante, distensivo, drenante, anti-cellulite e cosi via.
Vengono usati in fisioterapia, nei trattamenti estetici, nella medicina alternativa: l’obiettivo cardine è il ripristino della funzionalità e la scomparsa di malesseri prodotti da una attività fisica intensa, dallo stress e dall’usura del tempo.
Molteplici sono i benefici di una pratica costante: migliora la circolazione sanguigna, scioglie le tensioni e contratture muscolari, favorisce  l’eliminazione di tossine e il drenaggio dei liquidi, aiuta il sistema immunitario, migliora la digestione, stimola la circolazione linfatica e gli ormoni del benessere, incrementa l’escursione articolare, mantiene e rende elastici i muscoli.
Sfortunatamente non tutti possono permettersi un trattamento costante e duraturo per gli inevitabili costi, ma al giorno d’oggi una grande concorrenza ha favorito un abbassamento delle tariffe: bastano infatti circa 20-30-40 euro per un buon massaggio.
Anche solo una volta ogni 15 giorni o 1 volta al mese può servire al nostro scopo: è cosi difficile rinunciare a qualcosa di superfluo e dedicare una piccola parte dei propri averi alla propria persona, ad un momento di relax ed introspezione, al riacquisto di una consapevolezza corporea, ad una coccola?
Lo consiglio non solo per gli atleti ma anche per le persone sedentarie che possono sentirsi tese, stressate, turbate dalle inevitabile difficoltà della vita odierna, che portano alla nascita di disturbi e disagi di ogni tipo.
Il nostro corpo è custode di emozioni, esperienze, memorie di eventi passati, i quali possono creare tensioni, blocchi energetici, respiratorie, far insorgere contrazioni muscolari: attraverso una manipolazione profonda, dolce, amorevole, è possibile avviare un processo di guarigione.
Solo costruendo una base solida potremo ottenere il benessere psico-fisico, per poi affrontare con più grinta, fiducia e ottimismo ma con la dovuta serenità, le sfide di tutti i giorni in qualsiasi campo: da quello sportivo, lavorativo, familiare e di relazione.